Chi è Gianni L’AbbateGianni L'Abbate Content Creator

Ehi, ciao! Sinceramente non so come sei finito da queste parti ma se c’è una cosa che mi fa piacere più di tante è quella di ospitarti sul mio blog.

Forse avrai cercato qualche contenuto interessante su Google o forse sarai arrivato qui dal mio profilo Instagram.

E allora quello che ti chiedo è: dammi solo qualche minuto (lo so, i Pooh erano meno pretenziosi e ne chiedevano soltanto uno) per raccontarti la mia storia.

Se sei qui non è sicuramente un caso. Sei una persona creativa, molto probabilmente.

Ecco, buona parte delle situazioni che mi hanno portato sin qui, sono conseguenza della mia creatività, ma non solo. In tutti questi anni dove ho esplorato da cima a fondo il mondo del Digital Marketing, ho studiato, tanto e ho avuto la fortuna di poter mettere in pratica test, progetti, siti web attraverso i quali ho avuto modo di affinare tutto quello che apprendevo.

Ti racconto la mia storia

Nasco in provincia di Bari nel 1991 e vivo in un paesino fino a quindici anni fa sconosciuto alle cronache, ora invece alla ribalta per essersi scoperto un piccolo gioiellino del turismo: Polignano a Mare.

Proprio sulla mia città ho fondato uno dei miei primi progetti, #amarepolignano. Oltre 8mila scatti pubblicati da migliaia di utenti su Instagram e quasi 70 mila persone che fruiscono di questi contenuti tra Facebook e Instagram. Era il lontano 2011 e l’obiettivo era portare attraverso il web le immagini, le iniziative e la bellezza del mio paese ovunque: missione compiuta. Ma sono onesto. Ho solo contribuito a rendere apprezzata la mia città, a cui tengo davvero tanto. Strategie e tecniche di digital marketing turistico, valorizzazione dei luoghi attraverso la Content Creation: sono solo alcune delle cose che mi hanno permesso di trarre davvero tante conoscenze da questa esperienza.

Si, ok, Gianni, ma quindi? Chi sei, che fai?

Forse non ti importa di quello che faccio attualmente, ma a breve lo scoprirai. Quello che voglio raccontarti è invece una storia che nasce nel 2010. Frequentavo il liceo scientifico e il pomeriggio, anziché fare i compiti o studiare come tutti (dai, quasi tutti) i miei compagni, io smanettavo davanti al pc. Smanettavo, smanettavo.

Il buon vecchio e rimpianto MSN e l’altrettanto rimpianto ForumFree mi avevano fatto scoprire tutti i fondamenti del linguaggio HTML: era proprio in quel periodo che ho iniziato a mettere in piedi siti web, esplorare dal loro interno cms come WordPress o Joomla.

Nel mentre coltivavo un’altra mia grande passione dell’epoca: il giornalismo. Mi piaceva scrivere (è una cosa che mi appassiona tuttora) ed ero un vero e proprio appassionato di calcio.

Non ci pensai due volte: misi in piedi un piccolo blog di notizie sportive e di calciomercato, iniziai a costruire una community di appassionati su Facebook ed in pochissimi mesi questa piccola passione si trasformò in una vera e propria professione che intraprendevo ogni volta che tornavo da scuola. Avevo da poco compiuto i 18 anni ed avevo tantissima voglia di fare.

Mese dopo mese, il sito cresceva e iniziava a generare introiti importanti.

Creai il mio primo team di collaboratori e tutti i progetti per trasformare questa piccola passione in una vera testata a poco a poco divenivano realtà.

Quasi 50 mila visitatori unici ogni mese, milioni di visitatori all’anno: erano questi i numeri di questo progetto. Troppo grande e troppo impegnativo per quello che ero all’epoca. Così, da un’idea passai subito ad un’altra: ero ben consapevole di non riuscire a gestire una mole di lavoro così grande, avevo altri progetti come proseguire gli studi e quindi la decisione. Vendo il sito.

Trovare l’acquirente fu un gioco da ragazzi. Inizialmente pensavo sarebbe stata un’impresa ed invece, a soli 19 anni facevo la mia prima exit. Cedevo la mia prima startup. Il mio primo progetto e la mia prima passione la vedevo trasformarsi in guadagno.

Proprio in quell’occasione ho capito che fare business online era quello che avevo sempre sognato di fare.

Così ho studiato, ho iniziato l’università e ho portato a termine anche questo breve ed intenso percorso. Ho lasciato casa e mi sono trasferito per tre anni a Pavia, la mia città adottiva. Qui ho frequentato il corso in Comunicazione, Innovazione e Multimedialità e nel febbraio 2017 mi sono laureato con una tesi sulla Comunicazione Pubblica, la digitalizzazione ed i social media nella Pubblica Amministrazione. Qui, se ti va, puoi leggere un estratto.

Ma vi chiederete, hai solo studiato in questi tre anni? Ovvio che no.

Era il 2013, mentre ero intento ad iscrivermi all’università, che iniziavo un progetto di affiliate marketing su una nuova piattaforma con nozioni che avevo già avuto modo di testare in altri progetti precedenti. Ed anche qui, grandi soddisfazioni e grandi risultati.

Così, approfittando di un tirocinio formativo per l’università, mi sono imbattuto nella mia prima vera esperienza lavorativa in un’agenzia creativa di comunicazione e marketing. Qui ho avuto la possibilità di lavorare con clienti davvero importanti: Adidas, L’Oreal, Sky, Brancamenta.

Grazie a questa esperienza ho appreso conoscenze che mai avevo approfondito prima.

Queste mi aiutarono finalmente ad intraprendere diversi altri progetti per clienti e ad avere i miei primi lavori da freelance, oltre che collaborazioni come ambassador ed influencer. Ho lanciato persino un’evento divenuto noto e virale su Facebook: le Olimpiadi Invernali di Toritto 2017, che mi hanno portato in tv ospite a Propaganda Live su La7, oltre che in programmi televisivi e radio nazionali.

Ma oggi, che fai?

Oggi sono Digital Marketing Strategist in un’agenzia creativa e in questo blog voglio raccontarvi skills, suggerimenti, consigli sul mondo del digital marketing e della content creation oltre a dispensare tutorial e guide sugli strumenti che ogni digital marketers dovrebbe conoscere.

Seguimi su Instagram e scoprirai tante cose sulla mia vita di ogni giorno oltre ad essere sempre aggiornato sul mondo del digital marketing.